ciclo irregolare

Ciclo irregolare: quali sono le cause?

Un ciclo mestruale si definisce irregolare quando non si presenta secondo una cadenza regolare mensile o si manifesta più volte nello stesso mese. I fattori che portano il ciclo a non presentarsi in modo costante sono differenti e alcune volte temporanei. In questo articolo cercheremo di capire quali possano essere le cause di un ciclo non regolare.

utero

Prima di tutto è importante precisare che madre natura non ci ha create come degli orologi svizzeri e che i famosi 28 giorni, sono una media scientifica che si basa sull’età fertile di una donna; tendenzialmente, infatti, un ciclo mestruale può variare dai 22 ai 35 giorni e lo si calcola dal primo giorno di mestruazioni al primo giorno delle mestruazioni successive.

La cadenza del ciclo mestruale cambia differenti volte nell’arco della vita di una donna. Con l’arrivo delle prime mestruazioni potrebbe presentarsi con cicli non regolari per i primi tempi, per andare poi a regolarizzarsi durante l’età fertile e di nuovo a cambiare verso i 45 anni con la comparsa dei primi sintomi della menopausa. Il ciclo irregolare si definisce tale solo quando, nell’arco dell’età fertile, non si stabilizza e non segue una cadenza regolare.

agenda

Le cause di un ciclo non regolare posso essere differenti e, come anticipato, alcune volte il ciclo può presentarsi in modo irregolare solo per un determinato periodo di tempo. A influenzare la cadenza delle mestruazioni sono, in alcuni casi, fattori esterni come la dieta, un periodo particolarmente stressante, il cambio del dosaggio della pillola o l’assunzione di alcuni farmaci che vanno a intaccare il sistema nervoso.

Le preoccupazioni arrivano quando la regolarità del ciclo è scostante per lunghi periodi di tempo. In questo caso le motivazioni sono da ricercare insieme al medico. Tuttavia, un ciclo irregolare è tendenzialmente causato da:

Ovaio policistico, una particolare condizione che può causare non solo un’alterazione della cadenza del ciclo mestruale, ma anche portare alla sua totale assenza. La policistosi ovarica è, a volte, la causa di cicli anovulatori, ossia non fertili.

Ritmi sonno-veglia non regolari e cadenza dei pasti scorretta. Anche quando i periodi di stress diventano particolarmente lunghi e iniziano a toccare la nostra routine, possono compromettere la fertilità, andando a intaccare la regolarità del ciclo. È fondamentale cercare di mantenere un peso corretto, seguendo un’alimentazione sana, e cercare di distribuire correttamente la pause durante il giorno, regolarizzando i ritmi di riposo e prevedendo dei momenti di relax e svago.

Disfunzioni ormonali come l’iperprolattinemia, che porta addirittura alla scomparsa del ciclo per diversi mesi. A regolare il ciclo mestruale oltre alle ovaie sono l’ipotalamo e l’ipofisi e se la produzione ormale subisce variazioni anche il ciclo si comporterà di conseguenza.  (A tal proposito leggi anche il nostro articolo sul ciclo abbondante).

Per riassumere possiamo dire che quando si parla di ciclo irregolare tra i 25 e 40 anni la sua origine può associarsi a variazioni di peso, a stress, a disfunzioni ormonali, a farmaci, oppure, nei casi più gravi, può essere associato ad alcune patologie dell’apparato genitale. In ogni caso, se il ciclo irregolare si manifesta per un lungo periodo di tempo è opportuno rivolgersi a uno specialista.

ragazza sul letto

Il ciclo irregolare causato da stress può diventare un problema imbarazzante soprattutto se si è fuori casa e arriva all’improvviso. Per ovviare al problema la migliore soluzione è Alia Cup, la coppetta mestruale che ti garantisce la massima sicurezza anche per 10 ore. Puoi scegliere se indossarla direttamente e svuotarla appena rientrata a casa la sera, oppure se portarla sempre con te in borsa, grazie al pratico sacchettino e utilizzarla nel momento del bisogno. Certamente il metodo più sicuro per evitare macchie imbarazzanti e risparmiarti tutti i disagi associati alla scomodità dell’assorbente.