fbpx
urinare spesso foto unsplash

Fare pipì spesso fa veramente bene?

Si dice che fare pipì più volte al giorno è sintomo di buona salute, ma è veramente così? Urinare troppo o troppo poco nell’arco della giornata è solo una percezione. La domanda corretta da porsi sarebbe quindi: esiste un numero di volte ideale per andare in bagno a fare pipì durante la giornata?

urinare spesso foto unsplash

La risposta non è così scontata, poiché il numero di volte in cui si urina nell’arco della giornata è differente tra individui e non è solo direttamente proporzionale alla nostra idratazione, ma dipende anche da fattori legati al nostro fisico, la nostra routine e il nostro stato di salute. Tuttavia, per dare una risposta concreta alla domanda “esiste un numero di volte ideale per andare in bagno in una giornata?” È possibile affermare che i medici considerano nella media urinare 8 volte al giorno, bevendo circa 2 lt di acqua e tenendo presente che la vescica di un adulto ha una capacità media di circa 250-500 ml.

Come anticipato il numero di volte in cui andare a fare pipì durante la giornata, varia da persona a persona. A volte tendiamo ad andare in bagno più spesso solo perché abbiamo ingerito più liquidi, altre volte i fattori sono fisici. Nelle donne, ad esempio, lo stimolo aumenta durante le mestruazioni poiché avviene un brusco calo degli estrogeni che porta all’aumento della frequenza minzionale dei liquidi accumulati durante la fase premestruale. (Scopri di più nell’articolo dedicato alla sindrome premestruale).

Anche durante una gravidanza lo stimolo aumenta, in questo caso ad agire è l’utero che crea pressione sulla vescica, portando la gestante a dover andare più frequentemente al bagno.

Urinare in gravidanza, con il pancione, è spesso problematico soprattutto se si è lontano da casa. Per questo motivo i coni per fare pipì in piedi Alia Cone sono ideali per essere utilizzati, da tutte le donne, nei bagni fuori casa, dove sedersi significa aumentare la possibilità di entrare in contatto con i batteri presenti sulla tavoletta.

Urinare spesso in particolari momenti della vita non è quindi indice di salute, ma semplicemente una questione legata a cambiamenti biologici e fisici. In alcuni casi aumentare la frequenza delle volte in cui si va al bagno a fare pipì può essere un problema legato a infezioni. Tra le donne la più comune infezione delle vie urinarie è la cistite, causata da batteri provenienti dalla zona anale o dall’esterno. Questi all’interno della vescica causano l’inspessimento del detrusore, il muscolo che induce lo stimolo a urinare. In questo caso pur aumentando lo stimolo non aumenta la quantità di pipì da eliminare. Durante la cistite, infatti, si va più spesso al bagno, ma si fa meno pipì.

L’utilizzo di diuretici, spesso prescritti per la pressione arteriosa, influisce notevolmente sulla frequenza di minzione.

Il diabete è un’altra delle cause che porta a fare pipì più spesso nell’arco della giornata. Nel caso della vescica neurologica diabetica ipercontrattile, si verifica una iperattività della vescica, che si contrae in maniera involontaria e incontrollabile, causando episodi di incontinenza da urgenza.

Altra questione è invece la vescica iperattiva. L’aumento della frequenza minzionale, insieme all’incontinenza da urgenza e a i risvegli notturni per andare a urinare sono tutti sintomi legati alla contrazione involontaria della vescica. Il normale funzionamento della vescica è il risultato di una complessa interazione tra fattori neurologici, psicologici, e fisici. Un disturbo a solo uno di questi livelli può essere causa di una vescica iperattiva. I fattori che inducono a un’iperattività urinaria sono differenti: parto, cisti, ictus, ernie (ecc.).

Esiste un modo per evitare di urinare spesso? Prima di tutto è necessario capire la causa della minzione frequente. Una volta individuata la causa, anche grazie a una diagnosi medica, è possibile procedere con una terapia farmacologica o in ogni caso adeguata a risolvere il problema.

Per rispondere alla domanda posta all’inizio di questo articolo è possibile affermare che non sempre andare spesso in bagno fa veramente bene e in certi contesti può diventare un disagio molto grosso. Soprattutto quando si è fuori casa e i WC non sono molti puliti. In questo caso è sempre meglio portare con sé una scorta di Alia Cone.