fbpx
infezioni alle vie urinarie

Infezioni alle vie urinarie: come prevenirle?

Le infezioni alle vie urinarie sono uno dei temi più discussi quando si parla di prevenzione e benessere al femminile. In questo articolo cercheremo di capire come prevenire questo tipo di malattie con pochi semplici accorgimenti e una corretta igiene intima quotidiana.

infezioni alle vie urinarie

Le infezioni alle vie urinarie, dette anche IVU, sono causate dalla penetrazione di batteri, e in minor quantità da virus e funghi, all’interno degli organi dedicati alla minzione. Solitamente questi organismi patogeni colpiscono uretra e vescica, ma può capitare che raggiungano anche gli ureteri, ossia i condotti che collegano i reni alla vescica e una volta lì iniziano a proliferare all’interno dell’apparato urinario.

Ad essere più colpite da questo tipo di infezioni sono le donne, per via della loro conformazione fisica; uno delle infezioni più comuni tra il sesso femminile è quella causata dell’escherichia coli (un batterio presente nell’intestino) che, se non si presta la dovuta attenzione, passa facilmente dalla zona anale a quella genitale. Questo batterio, però, resiste, insieme ad altri, anche su alcune superfici dure come quella della tavoletta del WC e non solo.

Sebbene i sintomi dipendano dal tipo di batterio che ha causato l’infezione, alcuni sono comuni e chiari quando si parla di infezioni alle vie urinarie. Il primo e più evidente sintomo quando si parla di infezioni alle vie urinarie è sicuramente il bruciore durante la minzione, alcune volte accompagnato da tracce di sangue o, in ogni caso, da un colore torbido delle urine.

Un altro significativo indizio che un’infezione è in atto è l’urgenza di urinare. Nei casi più gravi tutti i sintomi precedenti sono accompagnati da febbre e stanchezza. Quando uno di questi sintomi si presenta è necessario rivolgersi al proprio medico, che solitamente prescrive un esame approfondito per capire la natura dell’infezione e agire di conseguenza.

Le infezioni alle vie urinarie possono anche essere causate da particolari situazioni patologiche come il diabete, l’immunodeficienza oppure da fattori clinici, ad esempio, dall’uso del catetere o a causa della chemioterapia che ha portato a immunodepressione.

I fattori di contrazione più comune di queste infezioni, tuttavia, rimangono:

  • Un’errata igiene intima;
  • Il contatto con germi presenti nei bagni pubblici;
  • Disidratazione;
  • Trattenere la pipì troppo a lungo;
  • Biancheria intima non traspirante.

Alcune di queste situazioni possono essere però facilmente evitate. Per una corretta igiene intima occorre utilizzare un detergente intimo con un ph adeguato alla nostra flora batterica. Ad esempio, durante il periodo del ciclo è consigliato utilizzare un detergente con un pH compreso tra 3,5 e 4,5 per rendere la flora più acida ed evitare la proliferazione di batteri, è sconsigliato utilizzare prodotti deodoranti e profumi sulle parti intime.

Inoltre, è utile ricordare che ogni movimento relativo alla pulizia delle zone genitali deve iniziare dalla zona del pube e dirigersi verso quella anale, per evitare di trasportare i batteri dell’intestino verso l’uretra.

Per evitare il contatto con i germi presenti nei bagni differenti da quello di casa è consigliato non sedersi direttamente sulla tavoletta del wc e no, la soluzione non è ricoprire la stessa con la carta igienica.

Alia Cone è il cono per fare pipì in piedi che ti consentirà di farla in un bagno pubblico, senza la paura di contrarre qualche infezione o sporcarti. La sua particolare forma si adatta al fisico femminile ed evita qualsiasi fuoriuscita durante la minzione, proteggendoti dal contatto con le superfici, spesso sporche o comunque non igienizzate della tavoletta. Alia Cone è perfetto da inserire in borsa ogni volta che ti rechi fuori casa, e ti consente di fare pipì in tutta sicurezza anche nei bagni pubblici, senza doverla trattenere fino al tuo rientro.

Alia-Cone_Insieme con flowpack + pack bianco

Per evitare di rimanere disidratate è invece necessario ricordarsi di bere acqua, soprattutto fuori dai pasti. Esistono differenti applicazioni che aiutano a monitorare la quantità di acqua ingerita, soprattutto per quelle persone che hanno difficoltà a bere almeno due litri di acqua al giorno (la quantità giornaliera consigliata dall’ OMS). 

Un altro importante fattore di prevenzione riguarda la biancheria intima. Utilizzare slip di cotone e, in ogni caso, abbigliamento intimo traspirante, previene la stagnazione dei batteri nelle zone intime e riduce la possibilità di contrarre infezioni alle vie urinarie.

Concludendo possiamo affermare che pur essendo molteplici i fattori che causano infezioni alle vie urinarie, esistono poche, a precise regole sulla prevenzione di queste.