fbpx
olimpiadi invernali 2018 - aliastore

Olimpiadi Invernali 2018: le donne che ci hanno ispirato

olimpiadi invernali 2018 - aliastore - aliablog

C’è poco da fare, il volto olimpico dell’Italia è donna! Le nostre ragazze hanno dimostrato di avere una marcia in più emozionando un Paese intero. Le Olimpiadi Invernali 2018 di PyeongChang si sono colorate di rosa, e azzurro ovviamente! 😉
Abbiamo deciso di raccontarvi la storia di alcune atlete che per talento, dedizione e carattere devono essere di esempio per tutte noi.

La nostra portabandiera Arianna Fontana

Arianna Fontana vince la medaglia d’oro nei 500 metri femminili di short track alle Olimpiadi Invernali 2018 di PyeongChang. Questo è il primo titolo olimpico per la valtellinese, portabandiera italiana, ed è il giusto coronamento di una carriera davvero straordinaria (sei medaglie olimpiche, questa è la prima d’oro).

olimpiadi invernali 2018 - arianna - fontana

Nella finale tutti gli occhi erano sulla nostra campionessa che non ha certo tradito le attese. Partita come favorita l’azzurra ha vinto la finale stabilendo anche il nuovo record italiano della distanza (42″569). Una gara davvero perfetta per Arianna che, in testa dall’inizio alla fine, ha preceduto l’olandese Yara Van Kerkhof e la canadese Kim Boutin. Dopo anni di tentativi la Fontana è riuscita a conquistare la vetta, facendo esultare tutta l’Italia (erano ben 8 anni che l’Italia non vinceva una medaglia d’oro). Come insegna Arianna il segreto e non mollare e continuare a crederci, sempre!

Ho sognato a lungo questa medaglia e ora finalmente questo sogno è diventato realtà. È stato anche più bello di come me lo ero immaginato“, dice la Fontana dopo il trionfo olimpico.

La grande rivincita di Michela Moioli

Michela Moioli ha scritto una nuova pagina di sport italiano alle Olimpiadi invernali 2018 di PyeongChang. La 22enne bergamasca è riuscita nella grande impresa di conquistare la medaglia d’oro nella disciplina dello snowboard cross (la prima medaglia in assoluto nella storia dello snowboard italiano). Non tutti sanno, però, che la vittoria di Michela ha in sé il gusto di una rivincita vera e propria. Infatti, la Moioli era già arrivata ad una finale olimpica (Sochi 2014) ma un brutto incidente, proprio nella finale, le è costato un grave infortunio al ginocchio (rottura del crociato sinistro) e la possibilità della vittoria olimpica.

olimpiadi invernali 2018 - michela moioli oro

La forte delusione e il rammarico hanno spinto Michela, negli anni successivi, a dedicarsi con maggiore motivazione e determinazione agli allenamenti. L’obiettivo era solo uno: tornare velocemente al vertice e, infatti, nelle Olimpiadi invernali 2018 non c’è stata proprio partita. Con la sua tavola ha battuto tutte le concorrenti con un carattere e una grinta da vera temeraria.

Non ho parole, è il giorno più bello della mia vita” le prime parole di Michela. “Questo è un sogno che avevo fin da quando ero piccola. Ma se è un sogno, per favore non svegliatemi. Lo stress è sparito, questo è il mio momento, sono così felice, orgogliosa del mio lavoro e non vedo l’ora di godermela“.

Sofia Goggia un trionfo da leggenda

Sofia Goggia è la nuova campionessa olimpica di discesa. La 25 enne bergamasca ha scritto una nuova pagina dello sport riuscendo nell’impresa di vincere il primo oro olimpico dello sci femminile azzurro in discesa. Una gara perfetta della Goggia che è riuscita a battere la norvegese Mowinckel per 9 centesimi e la favoritissima Vonn, di 47 centesimi.

olimpiadi invernali 2018 - sofia goggia oro

La medaglia d’oro olimpia è il giusto coronamento per una sciatrice dal talento cristallino ma spesso penalizzata da errori dettati dall’inesperienza e dalla grande voglia di misurare il proprio valore con le più grandi dello sci mondiale. Oggi però non c’è stata nessuna “goggiata”, tutto è andato per il verso giusto. È il giorno dei festeggiamenti per la nuova campionessa olimpica.

La vittoria la dedico a me stessa, al mio bel Paese e alle persone che vogliono bene a Sofia indipendentemente dal fatto che vinca alle Olimpiadi. E infine grazie a chi ha creduto a una bambina che a 6 anni sognava di vincere le Olimpiadi sulle nevi di Foppolo“, le prime parole della sciatrice azzurra.

Quando sei in montagna come fai ad andare in bagno con quella scomoda tuta da sci?