fbpx
rimedi pipì nervosa

Rimedi per la pipì nervosa: ecco cosa fare

A chi non è capitato di avvertire lo stimolo di urinare, in un particolare momento di stress? Esiste infatti una correlazione biologica tra pipì e attivazione dello stato di allerta del nostro corpo. Pare, poi, che le persone con una vescica meno “allenata” tendano a soffrire di più della così detta pipì nervosa. 

Sotto stress chiunque di noi ha avvertito la necessità di andare in bagno ad urinare. Uno dei primi stimoli di risposta allo stress è proprio quello della nostra vescica.

Non sempre, però, è possibile soddisfare subito questa necessità, o perché siamo nel bel mezzo di una call importante al lavoro, o perché ci troviamo fuori casa e i bagni sono troppo sporchi per essere utilizzati, oppure semplicemente non possiamo andare in bagno in quell’esatto momento. Per questo esistono diversi metodi per ovviare al problema della pipì nervosa. In questo articolo scopriremo alcuni di questi metodi.

Prima di tutto, perché lo stress tocca proprio la nostra vescica? Fondamentalmente, per due motivi: lo stress, attiva l’adrenalina, che manda un segnale al nostro cervello e attiva lo stimolo di urinare, pur essendo la nostra vescica ancora non del tutto piena. L’altro motivo è che la tensione generale dei muscoli, irrigidisce ancora di più la nostra vescica, bussando al nostro cervello con l’impulso sbagliato e dicendogli che è il momento di andare in bagno.

Alcuni esperti sostengono anche che a causa dell’azione attacco e fuga, che lo stress genera, i nostri reni si sovraccarichino e quindi si attivi lo stimolo per urinare.

Tra l’altro, è quasi paradossale, ma in preda all’ansia tendiamo ad essere più consapevoli del nostro corpo e delle sensazioni che proviamo, come ad esempio il battito cardiaco accelerato, o appunto, lo stimolo per urinare. In un particolare momento di stress sentiamo quindi lo stimolo della pipì con maggiore intensità. Di conseguenza pensiamo che se non corriamo subito in bagno non saremo in grado di trattenerla, ma in realtà, la pipì da fare non è poi così tanta e l’incontinenza non è veramente dietro l’angolo come la percepiamo.

Esistono diversi rimedi alla pipì nervosa, alcuni facili e applicabili nella vita di tutti, altri veramente drastici e forse meno attuabili.

curiosità che forse non sapevi sulla pipì - trattenere la pipì

Proprio perché la pipì nervosa è spesso legata ad ansia e stress, diversi esperti, concordano sul fatto che una buona terapia cognitivo-comportamentale può aiutare la gestione dell’ansia e di conseguenza attraverso una variazione della risposta allo stimolo è possibile iniziare a capire se lo stimolo della pipì è reale e deve ottenere una risposta fisiologica.

Anche alcune tecniche di mindfulness sono utili a ridurre, in generale, la situazione di stress, e a renderci consapevoli dei nostri bisogni reali. Di conseguenza capire se in quel momento la pipì ci scappa per davvero è un buon modo per evitarci il bagno se non strettamente necessario.

Per ridurre gli attacchi di pipì nervosa è anche possibile allenare i muscoli del pavimento pelvico, attraverso gli esercizi di Kegel, ma c’è anche chi sostiene che un buon metodo possa essere quello di allenare la vescica, facendole trattenere la pipì il più possibile, tuttavia, questo sistema potrebbe portare ad infezioni urinarie (leggi il nostro articolo a riguardo).

Nei casi più estremi, e di solito si parla di sindrome della vescica iperattiva con sintomi molto gravi, si arriva anche a un’operazione chirurgica per la ricostruzione dei tessuti della vescica.

Ovviamente queste sono tutte soluzioni che richiedono del tempo prima di portare a risultati. Non è auspicabile che bastino un paio di incontri di mindfulness, una seduta di terapia, oppure fare gli esercizi di Kegel una sola volta per risolvere il problema. Per questo fino al momento in cui saremo in grado di gestire la nostra pipì nervosa, una soluzione che può aiutarci c’è, soprattutto, se la pipì nervosa arriva mentre ci troviamo lontano da casa e la pulizia della toilette dove dobbiamo andare lascia a desiderare. Questa soluzione è Alia Cone: un cono che aiuta le donne a fare pipì in piedi, evitando il contatto con la tavoletta e di conseguenza il contatto con i microbi presenti su di essa. Sì, è vero, non ci aiuta ad arginare il problema della pipì nervosa, ma almeno non ci facciamo scoraggiare da ulteriore ansia alla vista di un bagno sporco. Basta infilare in borsa uno dei coni, strappare la confezione sterilizzata in cui si trova, aprire il cartoncino, appoggiarlo alle parti intime e iniziare a fare pipì.

Non dimenticare che se ritieni di soffrire di pipì nervosa, inabilitante per la tua normale routine, è il caso di approfondire con un esperto la tua condizione.